CISL Federazione Università CISL Federazione Università UNICT

  Segreteria Nazionale Università |



web master: nunzio nicotra
 Stampa 

INDENNITA' DI RESPONSABILITA'

---

Cari colleghi,

lo scorso 12 aprile in occasione dell’avvio, con la nuova amministrazione, dei tavoli informali sulla contrattazione 2013 (parte normativa ed economica), come CISL UNIVERSITA’ abbiamo espresso forti perplessità sull’erogazione dell’indennità di responsabilità per l’anno 2012, che i dirigenti delle varie aree si stavano approssimando a segnalare per il relativo pagamento.

Le criticità che come organizzazione abbiamo evidenziato, affinché non si ripetessero per l’anno 2013, attenevano diversi aspetti che mantenuti così come sono avrebbero continuato a produrre iniquità distributiva:

1) cambiamento dell’attuale regolamento sull’erogazione dell’indennità di responsabilità, desueto e non adeguato alla nuova organizzazione introdotta con l’istituzione dei PAC. Il rischio evidenziato stava nel fatto che venisse meno la garanzia di un pagamento adeguato al livello di responsabilità a cui è stato chiamato il lavoratore;

2) assenza di criteri trasparenti sull’attribuzione degli incarichi.

A supporto di un tale cambiamento si chiedeva il rilascio degli elenchi dei pagamenti effettuati. Tutto ciò aveva lo scopo di verificare:

a) la necessità di emanare un nuovo regolamento in attesa del cambiamento annunciato dall’amministrazione;

 b) che le persone titolari d’incarico fossero liquidate;

c) verificare che gli importi erogati non fossero al di sotto del minimo indicato nel regolamento in vigore;

d) verificare che i dipendenti indicati quali destinatari di indennità fossero realmente titolari di incarichi di responsabilità (desumibile dalla micro organizzazione ufficiale delle Aree) e che a parità di incarico non vi fossero differenze sostanziali di importo liquidato.

Nell’attesa che l’amministrazione ci fornisse il dato globale dell’indennità erogata, ulteriormente sollecitato dal segretario della UIL di cui al comunicato di ieri, sono già giunte alla CISL Università, alcune informazioni da parte dei lavoratori sugli importi dell’indennità di responsabilità erogata con gli stipendi di maggio e giugno, che confermano la necessità dell’intervento richiesto, ossia:

- difforme erogazione tra le varie aree dell’importo dell’indennità della responsabilità attribuita a responsabili e vice: in alcune aree l’importo erogato è stato al di sotto del minimo previsto dal regolamento, rispetto a colleghi di pari responsabilità che per il solo fatto di appartenere ad un’area diversa, gli è stata invece erogata in maniera corretta;

- esclusione totale, in alcune aree, dalla corresponsione dell’indennità di responsabilità, pur in presenza d i incarico conferito (vice responsabili) e di giudizio positivo.

            - responsabili e vice che ancora attendono di sapere se l’indennità gli sarà corrisposta.

Ritenendo che a fronte di un incarico conferito e svolto correttamente, il lavoratore deve avere certezza di reddito, abbiamo rappresentato al prof. Pioletti che il recupero di quanto non attribuito potrebbe essere remunerato dagli eventuali residui 2012, che ci devono essere noti . Diversamente recuperarli nella contrattazione 2013.

L’attenzione e l’impegno del prof. Pioletti ci è stata assicurata, pertanto qualora vorreste segnalarci irregolarità e disfunzioni potete farlo all’indirizzo e-mail: info@cisluniversita.catania.it .

 

 

 Il Segretario Generale Provinciale

 Antonella Lanzafame

2013-06-27